Corso di Conservazione e Restauro Archeologico di Strutture a MADABA (Giordania)

MRAMP 2017: Madaba Regional Archaeological Museum Project

In collaborazione con:
 
  • Università degli Studi di Perugia
  • 'Sapienza' Università di Roma
Introduzione al progetto
CAMNES, in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia e 'Sapienza' Università di Roma, offre la possibilità di partecipare, nel mese di Maggio, ad un Corso di Conservazione e Restauro Archeologico di Strutture a MADABA in Giordania. Il corso CAMNES si inserisce nel progetto MRAMP - Madaba Regional Archaeological Museum Project. Il progetto del nuovo Museo Archeologico per la città di Madaba e la sua regione nasce nel 2015 dall’accordo tra i co-direttori Andrea Polcaro (Università degli Studi di Perugia), Marta D’Andrea (Sapienza - Università di Roma), Douglas Clark (La Sierra University) e Suzanne Richard (Gannon University), in collaborazione con l’American Schools of Oriental Research, lo Studio Strati Roma, la Ditta Alessandrini e la Direzione Generale delle Antichità di Giordania, con la volontà di creare un gruppo di ricerca e lavoro internazionale che unisce istituzioni americane, italiane e giordane con lo scopo di dare un nuovo volto alla città di Madaba, punto primario di interesse storico e turistico della Giordania, per le numerose antichità della città, che dall’età del Bronzo attraversano tutta l’epoca romana e bizantina fino a quella islamica. L’intento primario del progetto consiste nel creare un nuovo polo museale per la città, che raccolga i materiali provenienti dagli scavi dell’intera regione e divenga un punto di sviluppo e diffusione culturale per le scuole e le università, con una stretta collaborazione con la comunità locale. Il nuovo museo rispecchierà dunque il tradizionale incontro culturale tipico della città di Madaba fra cristiani e musulmani, ponendo l’accento sulla forte accoglienza della sua comunità e la ricchezza della sua storia. Il progetto proposto dallo Studio Strati di Roma in collaborazione con le università italiane ed americane prevede la gestione di spazi aperti e spazi chiusi per gli allestimenti del museo, con la creazione di nuove coperture a protezione delle strutture archeologiche, che forniscano anche nuove superfici in altezza per ampliare le aree espositive. In particolare il progetto prevede la creazione di tre nuovi ingressi, che permettano una nuova fruibilità e accessibilità al parco. Inoltre, un edificio storico centrale già presente, ora occupato da uffici del Ministero del Turismo di Giordania, una struttura di epoca Ottomana adibita originariamente a primo ospedale della città, verrà trasformato in snodo centrale dei percorsi interni del nuovo museo. Ed è qui che i partecipanti saranno introdotti da Bettina Lucherini* alle pratiche di conservazione e restauro, lavorando assieme agli operatori locali della Direzione Generale delle Antichità di Giordania.
Scarica la Brochure 2017
Il docente
Bettina Lucherini: diplomata presso l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, ha studiato per la sua tesi a Madaba (Giordania) e per la specializzazione a Panaji, Goa (India). Ha trascorso due anni al J. Paul Getty Conservation Institute (Field Project), come Graduate Intern dove ha partecipato a numerosi progetti di ricerca, conservazione e restauro in siti archeologici in Israele, Tunisia e nel sito Maya di Copan in Honduras. Ha focalizzato la sua attività nella conservazione di siti archeologici (Firenze, Roselle, Vetulonia, Isole di Giannutri e del Giglio, Cosa,….) e dei manufatti (ceramica, metalli, mosaici e lapidei, vetro) ad essi connessi. Collabora assiduamente con la Soprintendenza per i Beni archeologici della Toscana e svolge la propria professione di conservatore/restauratore e di consulente per committenti privati. Ha svolto attività di docenza delle tecniche musive per gli studenti del I° anno della Scuola del Mosaico di Ravenna nonché di assistenza alla docenza nella materia “Disciplina delle Tecniche del Restauro Archeologico” rivolte agli allievi del I° anno del PFP 4 della SAF Scuola di Alta Formazione e di Studio dell’Opificio delle Pietre Dure. Attualmente è titolare del corso Archaeology Workshop presso l’Istituto Internazionale “Lorenzo de’ Medici/CAMNES”.


Madaba, Moschea di Gesù Cristo
 

Programma e dettagli

Obiettivi
  • comprendere il ruolo fondamentale che ricopre il restauro delle strutture e dei reperti al fine di rendere accessibile e valorizzare il patrimonio archeologico di Madaba come unico e insostituibile;
  • comprendere il processo di formazione del deposito archeologico cui sono sottoposti i materiali e le strutture in elevato, dallo scavo alla musealizzazione;
  • introdurre i partecipanti al restauro, alla conservazione e alle loro metodologie, mediante una formazione di base sulle principali tecniche utilizzate nel settore;
  • avviare i partecipanti all’utilizzo di prodotti, materiali e strumenti generalmente usati nel restauro delle strutture;
  • avviare i partecipanti all’esperienza del lavoro di gruppo e alla capacità di interagire con le diverse figure professionali, con diverse specializzazioni, attive su un progetto.

Attività pratiche e teoriche
Il corso si svolge nell’arco di due settimane. Il programma, dalla Domenica al Venerdì, si articolerà tendenzialmente in due sessioni quotidiane: al mattino le attività verranno svolte in situ (circa 7 ore di restauro delle strutture) e durante il pomeriggio, sia in situ che in laboratorio (circa 3 ore).  

Le lezioni verteranno sui seguenti argomenti:
  • Breve panoramica sulle norme di sicurezza vigenti in merito al corretto comportamento da tenere durante lo svolgimento dell’attività di restauro.
  • Introduzione alla conservazione dei  reperti immobili (strutture murarie in situ).
  • Introduzione alla documentazione grafica, fotografica e scritta (preparazione delle basi grafiche sulle quali registrare lo stato di conservazione dei reperti e le lavorazioni implementate; stesura delle schede di restauro; ecc.).
  • Svolgimento delle operazioni preliminari al lavoro in situ: programmazione delle fasi lavorative; organizzazione del cantiere; preparazione del materiale e dell’attrezzatura necessari. 
  • Norme per la manutenzione dei reperti immobili.
  • Intervento di conservazione a carico delle strutture murarie:
  • Diserbo e rimozione della vegetazione infestante.
  • Pulitura meccanica a secco, umida e/o chimica per la rimozione dei depositi superficiali più o meno coerenti.
 
  • Consolidamento strutturale.
  • Consolidamento del materiale lapideo e della malta interstiziale.
  • Ripristino della malta interstiziale.
  • Documentazione grafica, fotografica, scritta.
In caso di pioggia le attività si svolgeranno in laboratorio

Altre attività
Il programma prevede, ogni Sabato, un’escursione con visite guidate, che consentiranno ai partecipanti di entrare in contatto diretto con la storia, l’arte e la cultura giordana.
Visite previste: visita del sukh di Madaba, Monte Nebo, Betania e Macheronte, sito archeologico di Petra. Destinazioni e programmi delle visite potranno subire variazioni dovute alle “urgenze” delle attività sul sito.

Prerequisiti, consigli e raccomandazioni
Sono ammessi al programma solo soggetti che abbiamo compiuto 18 anni al momento dell’iscrizione.
Non ci sono prerequisiti di tipo accademico*. 

*Gli studenti universitari – iscritti a corsi di laurea triennale o specialistica in archeologia e materie affini, ovvero iscritti a scuole di specializzazione o dottorati di ricerca – dovranno presentare, al momento dell’iscrizione, un certificato che attesti il loro status di studenti per aver accesso alle condizioni di pagamento agevolate.

Non è richiesta nessuna esperienza nel settore del restauro archeologico. I partecipanti potranno beneficiare delle pregresse esperienze nel settore.
Prima dell’inizio dei lavori i partecipanti dovranno esibire un certificato medico di buona salute e la tessera di vaccinazione antitetanica. Si tenga presente che il programma comporterà attività fisica ed esposizione al sole. 

I partecipanti sono tenuti a comunicare agli organizzatori eventuali allergie, intolleranze alimentari e problemi che possano richiedere assistenza medica.
Per motivi assicurativi è OBBLIGATORIO l’utilizzo di calzature antinfortunistiche (a carico dei partecipanti). Si raccomanda un abbigliamento adeguato ai lavori di restauro (compreso un copricapo).
Programma
  • Ven. 12 Arrivo ad AMMAN (Queen Alia International Airport) e trasferimento a MADABA. SISTEMAZIONE
  • Sab. 13 Giornata libera. VISITA DEL SUKH DI MADABA, MONTE NEBO, BETANIA E MACHERONTE
  • Dom. 14 Attività sul sito (6:00 – 13:00): VISITA AL SITO, ORIENTAMENTO E PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA. Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Lun. 15 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Mar. 16 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Merc. 17 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Giov. 18 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione).  Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Ven. 19 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione)
  • Ven.19/Sab.20 VISITA A PETRA (Partenza il venerdì pomeriggio, pernottamento a Petra e rientro sabato sera)
  • Dom. 21 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Lun. 22 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Mar. 23 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Merc. 24 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Giov. 25 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Ven. 26 Attività sul sito (6:00 – 13:00, inclusa pausa colazione). Attività di Laboratorio (15:00 – 18:00)
  • Sab. 27 PARTENZA
Gli edifici ottomani dopo lo scavo





 

ISCRIZIONI


Quota di partecipazione
per 15 giorni con sistemazione completa inclusa:
da VENERDÌ 12 – a SABATO 27 maggio 2017
- €. 1855 a persona
- €. 1765 studenti*
*Gli studenti universitari – iscritti a corsi di laurea triennale o specialistica in Conservazione dei Beni Culturali, Restauro, Archeologia e materie affini, ovvero iscritti a scuole di specializzazione o dottorati di ricerca – dovranno presentare, al momento dell’iscrizione, un certificato che attesti il loro status di studenti
 
Il numero di partecipanti sarà limitato (MIN. 5 / MAX. 15)
Un deposito cauzionale del 50% della quota di partecipazione, non-rimborsabile, sarà trattenuto dal totale nel caso gli iscritti fossero impossibilitati a partecipare al progetto dopo il pagamento della quota.
Qualora il numero minimo di partecipanti non fosse raggiunto un rimborso completo della quota sarà emesso immediatamente.
 
La quota di partecipazione comprende:
- Quota associativa
- Lezioni teoriche, attività pratiche sul sito e tutto quanto riportato in programma
- I partecipanti saranno dotati degli strumenti e dei materiali necessari per l’attività sul sito e in laboratorio (calzature antinfortunistiche escluse) e potranno utilizzarli durante tutto il programma esclusivamente sui luoghi di lavoro. I partecipanti saranno responsabili del corretto utilizzo e della manutenzione degli strumenti che, essendo di proprietà CAMNES, dovranno essere riconsegnati in buone condizioni alla fine delle lezioni
- Pernottamento per 14 NOTTI in camera doppia con bagno al Mariam Hotel (www.mariamhotel.com). Su richiesta sono disponibili camere singole tramite il pagamento di una maggiorazione sul prezzo.
- COLAZIONE, PRANZO e CENA nel ristorante convenzionato dell’albergo
- Trasporto per l’escursione prevista SABATO 13 e trasporto A/R, pernottamento per una notte, e biglietto d'ingresso al sito (ca. 45€) per la visita a PETRA VENERDI 19 – SABATO 20)

La quota di partecipazione NON comprende: 

- Viaggio aereo A/R Italia-Giordania
- L’assicurazione sugli infortuni, RACCOMANDATA
- Calzature antinfortunistiche e guanti
- I pasti consumati durante la visita a Petra
- Gli extra e tutto quanto non specificato in programma

Attestato
Al termine del corso sarà rilasciato un diploma con attestato di partecipazione*.
*Gli studenti universitari e gli iscritti a scuole di specializzazione o dottorati di ricerca potranno, previo accordo con i tutor didattici ed i coordinatori delle loro università, avvalersi dell’attestato per ottenere crediti formativi per attività di laboratorio.

Raccomandazioni per l’acquisto del biglietto aereo:
1. Gli iscritti saranno avvisati, mediante email, non appena sarà raggiunto il numero minimo di partecipanti ed attivato il programma, al fine di consentire loro l’acquisto del biglietto con un ragionevole anticipo e poter usufruire di tariffe economiche. Si SCONSIGLIA l’acquisto del biglietto aereo fino al momento della ricezione di questa comunicazione. 
2. Qualora i partecipanti vogliano comunque acquistare il biglietto aereo, si precisa che, nel caso di chiusura del programma per non raggiungimento del numero minimo di iscritti, NON E’ PREVISTO IL RIMBORSO DEL BIGLIETTO da parte dell’organizzazione.
3. In caso di annullamento del programma per cause INDIPENDENTI dall'organizzazione, NON E’ PREVISTO IL RIMBORSO DEL BIGLIETTO AEREO.
4. In caso di annullamento del programma per cause DIPENDENTI dall'organizzazione, sarà rimborsato ai partecipanti fino al 50% del costo del biglietto, previa esibizione del titolo di viaggio.
ISCRIZIONE

Copyright © 2010-2019 CAMNES. Tutti i diritti riservati  |  

Privacy Policy  |  

Cookie Policy